Domande relative al corso
Le Rime di Dante
Perché le liriche di Dante, raccolte in volume, si chiamano Rime, e quelle di Petrarca, invece, Canzoniere?
Come influisce l’ordinamento complessivo delle poesie di un autore sul significato del singolo componimento?
Il Libro delle canzoni di Dante può essere considerato un insieme di liriche strutturato in un autonomo organismo letterario, nel quale sono raggruppate ed ordinate a partire da una precisa volontà del poeta, cioè un canzoniere d’autore nel senso che ha l’espressione riguardo al più famoso dei canzonieri, cioè il Canzoniere petrarchesco?
Cos’è un canzoniere d’autore e in cosa si distingue da un canzoniere miscellaneo o collettivo?
Che differenza fa se un sonetto lo leggo nell'edizione curata dall’autore, o nell'edizione che ha fatto un filologo, se il testo è esattamente lo stesso?
Cosa significa ‘libro’, per Dante e per Petrarca? In che senso sia la Vita Nuova che il Canzoniere sono ‘libri’ e le Rime, invece, non lo sono?
Perché Petrarca decise di eliminare la parola ‘libro’ dal titolo della sua raccolta?
Per Dante la parola ‘libro’, che appare all’inizio della Vita Nuova, significa ‘ordinamento cronologico delle poesie nel volume che le raccoglie’?

© 2019-2020 RECEPTIO.EU